giovedì 18 maggio 2017

La sposa imperfetta: recensione

Recensione scritta per www.thrillernord.it




http://thrillernord.it/la-sposa-imperfetta/


Autore: Giulia Beyman
Editore: iEffe
Pagine: 226
Genere: Thriller
Anno di Pubblicazione: 2017



Zoe e Robert si prendono una pausa dalla vita caotica della città, sull’isola di Martha’s Vineyard. Zoe deve riprendersi da mesi passati in ospedale e il suo premuroso neo marito cerca di farla rilassare lontano dai rumori del traffico e dalle strade affollate di Boston. Tutto sembra tranquillo e amorevole, ma la storia inizia con due omicidi.
 
La memoria di Zoe non funziona più bene, ha un’amnesia retrograda perché qualcuno l’ha talmente traumatizzata fisicamente e mentalmente che lei non vuole e non riesce a ricordare.
Un omicida la insegue.
 
Ma l’aiuto di Nora, una cara amica di Robert, e la voglia di verità faranno scoprire a Zoe cos’è successo una fatidica sera all’uscita dal ristorante Blake’s.
 
Nora ha anche un dono che le permette di capire che Zoe è in pericolo.
 
Attraverso le indagini di un detective assoldato da Nora, sarà possibile mettere insieme tutti i tasselli e dare un volto alla malvagità che perseguita Zoe da quando era piccola.
 
La storia è senza respiro. Non riuscivo a posare il tablet per prendere una pausa dalla lettura. “Solo un altro capitolo” mi raccomandavo, e poi andavo avanti. Non nego che la fine mi ha fatto anche commuovere e non succede spesso.
Il thriller inizia spiegando degli avvenimenti e poi prende dinamicità con l’avvicendarsi di fatti che coinvolgono il lettore in una spirale di suspense dalla quale uscirà solo alla fine.



Sinossi: Zoe Cartwright è una giovane e bellissima donna che ha appena sposato Robert Gray, un famoso neurochirurgo, amico di vecchia data di Nora Cooper.
I due novelli sposi hanno deciso di trascorrere un’estate romantica a Martha’s Vineyard ed è Nora, con la sua agenzia immobiliare, ad aiutarli a scegliere il cottage dei loro sogni.
Tutto sembrerebbe perfetto, ma la verità è che Zoe è stata trovata in fin di vita, otto mesi prima, in un luogo impervio delle Camden Hills, nel Maine, e da allora non ricorda più niente del suo passato.
Perché nessuno, in tutti quei mesi, ha sentito il bisogno di denunciare la sua scomparsa?
Quale terribile verità si nasconde nella vita che non riesce a ricordare?
Zoe farebbe qualsiasi cosa per trovare una risposta a quelle domande che la assillano.
Non sa che il suo passato – e l’uomo che ha tentato di ucciderla – stanno tornando a cercarla.



Giulia Beyman , è nata a Roma, dove vive e lavora. Quando non è impegnata a uccidere qualcuno per la trama di un nuovo libro, ama passare il suo tempo in famiglia e occuparsi dei gatti che hanno deciso di farsi adottare da lei.
Per più di vent’anni ha lavorato come redattrice, giornalista free-lance e infine come sceneggiatrice per la televisione italiana. Dal 2011 si dedica a tempo pieno alla sua attività preferita, che è quella di scrivere libri. Autrice indipendente della serie di Nora Cooper, “Prima di dire addio” è stato l’ebook più venduto su Amazon.it nel 2014. Nella serie dedicata a Nora Cooper ha già pubblicato: Prima di dire addio, Luce dei miei occhi, La bambina con il vestito blu, Cercando Amanda, Un cuore nell’oscurità, La sposa imperfetta. Per YouFeel, collana digital di Rizzoli, ha firmato Il cielo era pieno di stelle e La casa degli angeli, della serie #Sorelle




Recensione scritta per www.thrillernord.it

Nessun commento:

Posta un commento

Post in evidenza

Alibi di ferro: recensione

Recensione scritta per www.thrillernord.it http://thrillernord.it/alibi-di-ferro/ Autore:  Tami Hoag Traduttore: Sara Galli – Emanuel...

Post più popolari