venerdì 26 giugno 2015

Prossima Recensione



Mi son ricordata che devo muovermi a finire il libro che sto leggendo perché tutti gli altri (che sono un po' sul comodino e il resto che attende nelle librerie) sono in protesta visto che aspettano da tempo.
Il libro non è di quest'anno, risale al 2010 (pare preistorico ed invece ha solo 5 anni) ed è uno di quelli comprato perché il titolo attirava (ora ci sto un po' più attenta, ma la fregatura è dietro l'angolo). 
Ha dovuto attendere un po' di tempo (credo 3 o 4 anni) perché dopo averlo preso è, sicuramente, uscita una novità che ho letto subito (come al solito) e così il libro è rimasto vittima della polvere sullo scaffale (ma che spolvero...li tratto bene i miei bimbi).
Le novità ti ingannano (a meno che non sei sicura, ma proprio sicura dell'autore e che non ti deluderà) come il nuovo libro (ormai vecchio) di Glenn Cooper, Dannati (il primo). 
Incredibile, ma vero non l'ho ancora finito anzi, l'ho lasciato lì dopo aver letto, a fatica, i primi quattro o cinque capitoli.
E non è colpa dell'ebook perché ho già letto e finito due libri. 
Certo, la mia lettura degli ebook non è veloce come quella dei libri cartacei, ma non sono una lumaca. 
Uno degli ebook letti, l'ho finito in giornata ma era il nuovo libro di Erri De Luca, “La parola contraria”, un pamphlet e come tale corto.
Ma dannatamente il libro primo della nuova trilogia (oh cavolo!) di Cooper non sono riuscita a finirlo!
Ora è uscito il secondo, ma non mi faccio impressionare, attendo.
Nel frattempo devo finite la lettura de “Il labirinto dei libri segreti” anche perché devo capire dove vogliono andare a parare i due autori!
E' un libro Newton, un libro dei tempi d'oro Newton...tempi d'oro dello “sforna sforna libri”!
Io credo che si debba leggere un po' tutto, tranne roba di persone che non sanno neanche dove sta di casa la scrittura (come Fabio Volo che scrive minchiate che arrivano ai suoi lettori. Un “autore” che non ha continuato gli studi superiori perché odiava lo studio.) e certi “autori” (per fortuna non tutti) Newton sono di quella risma!
Non si può essere nemmeno tanto selettivi come certe persone che credono di essere dei critici letterari senza titoli!
Li senti parlare e li guardi mentre fanno la ruota da pavoni e si sentono tronfi del loro alto sapere (forse perché parlano dal quarto piano!).
Modestia gente, modestia. In molti si son dimenticati di questo pregio! 
Una persona che mi critica, ad esempio, un Simoni, poi non mi può leggere la Gamberale o la Avallone o la Premoli.
A questo punto leggetevi Bisotti che facciamo prima (una reunion di biglietti dei baci perugina)!
Bando alle ciance!
Vado avanti con la lettura, a presto!








giovedì 25 giugno 2015

Messaggio socialmente utile




Leggo in molti post le critiche al modello di moda da un po' di tempo e cioè al modello "manico di scopa"! 
Ma perché? E' talmente sensuale una donna così, guardate che forme arrotondate agli estremi, che linea dritta...ah no...quello è l'ultimo modello di scopa con presa sicura! Credo che sulle donne sia mooolto diverso! Le ossa non sono così dritte senza carne, senza muscoli!La figura scarna non fa una gran bella figura (di esempi ne abbiamo a migliaia sparsi per il mondo e le occhiaie son le stesse. Parlo dei paesi colpiti dalla fame)!
Leggo che mediterranea è sinonimo di grassa! Rispondo "te piacess" essere mediterranea, ma purtroppo (per tua scelta) sei solo un manico di scopa (nemmeno perché quest'ultimo è rigido e tu friabile).
Una 44 e una terza di seno sono sinonimi di grasso?!? Mi vien da ridere!
Leggo tutto questo in altri post perché sinceramente non seguo il mondo della moda che porta solo magrezza e droga (mezzo per dimagrire usato anche in televisione e nel cinema) anche alcol ed altre sostanze. Non sono aggiornata sulle taglie da indossare perché non me ne frega proprio nulla!
Non ho tempo da perdere in queste cretinate (che portano però moltissime ragazze, visto il continuo bombardamento, a seguire la strada dei manici di scopa in modo decisamente pericoloso).
Credo che queste micro taglie abbiano anche un cervello ristretto anche perché la testa non deve pesare troppo visto che potrebbe staccarsi dal supporto.
La stecca non riesce a reggere una palla da basket! Per chi ce l'ha, il cervello pesa!

Riporto un estratto dal gruppo "La nicchia delle lettrici esiliate" preso da "Donne che corrono con i lupi" di Clarissa Pinkola Estés.

"Essere considerate brutte o inaccettabili perché la propria bellezza non si adegua alla moda del momento umilia profondamente la naturale gioia che appartiene alla natura selvaggia.
Le donne a ragione contestano gli standard psicologici e fisici che sono lesivi dello spirito e apprezzano la relazione con l'anima selvaggia. È chiaro che la natura istintiva delle donne tiene in considerazione il corpo e lo spirito per la loro capacità di essere vitali, reattivi e resistenti, molto più che in rapporto a qualsiasi misura dell'apparenza. E ciò non significa scartare chi o che cosa è considerato bello da un segmento della cultura, ma disegnare un più ampio cerchio capace di abbracciare tutte le forme della bellezza, della forma e della funzione."

venerdì 19 giugno 2015

Illusioni



Per la serie: Prima o poi cadono nel gorgo.
Tutti in politica visto che non si è bravi a far altro (convinti di far bene)!

Come si dice tra genitori “Segnati ad un partito che ti trovano lavoro”! A prescindere cosa devi fare per ottenerlo, fare una cosa del genere è da perdenti!
Non troverai mai il lavoro dei tuoi sogni perché se entri lì dentro, devi seguire i sogni di qualcun altro.
Ma, in compenso, troverai soldi...forse!
Devi essere bravo, non tanto colto, intelligente ma furbo riguardo a questioni ritenute volgari come inseguire la pecunia.
E' di basso livello visto che alla fine la moneta non fa la felicità (e si vede con le persone ricche, talmente ricche che fanno continue cazzate, tra le quali rovinarsi la salute, perché non sanno cosa fare con tutti quei soldi). 
In questo modo i buoni propositi svaniscono, sfumano perché prima di entrare nel partito ci si sente i paladini: “Farò questo...”, “Proporrò di fare...”, poi tutto sfuma perché il partito conta, non tu!
Tu sei solo una pedina, al massimo possono far credere che tu valga solo nel caso in cui abbiano trovato in te il burattino da muovere.
A me, purtroppo, fanno pena tutti quei giovani che finiscono nella trappola, ma d'altronde se avessero un minimo di cervello non cadrebbero dritti nella tana dell'orco!
Te la sei voluta? Cavoli tuoi.
Molti, addirittura, nemmeno riescono a cavare un ragno dal buco anche se si prodigano anima e corpo (soprattutto quest'ultimo) per assecondare e adulare gli “uomini” e anche le “donne” di partito.
Ma capita, cara mia o caro mio, che siete in troppi e loro scelgono. Voi nulla potete e inoltre, avete organi di riproduzione come tutti gli altri esseri umani sulla faccia della terra (ad esclusione di alcuni), quindi potete anche essere surclassati, soprattutto se non volete cedere a certe richieste!
Vedendo il titolo di un articolo mi son messa a ridere...”tutti vogliono fare gli assessori”! Eh certo!
Senza fare nulla si percepisce stipendio!
Facile no?!?


Questa è l'Italia purtroppo, menti stupide vanno avanti o cercano di andare avanti con stratagemmi rispetto ai pochi intelligenti rimasti (che si sentono anche fuori luogo in un ambiente simile)!
Effettivamente poi mi fanno pena!Quando ancora sperano di diventare mega direttori generali stile “Duca Conte Balabam” (vedi Fantozzi) e nel frattempo arrancano alla ricerca di una qualche visibilità!
Poi, alla fine, se l'uva è troppo alta dicono che non è matura!
Ma sicuro che la volpe sia così furba? Forse una volta, taaaaaaaanto tempo fa!
Se si inseguissero i propri sogni facendo in modo di riuscire, seguendo le regole del buon vivere, si riuscirebbe ad avere un mondo migliore! 
Pura utopia visti i troppi stolti che vanno in giro!





I problemi del mondo non possono essere risolti da degli scettici o dei cinici i cui orizzonti si limitano a delle realtà evidenti. Noi abbiamo bisogno di uomini capaci di immaginare ciò che non è mai esistito.
(John Fitzgerald Kennedy)

Onore dimenticato.



Caratteristiche del Principe ideale secondo Machiavelli.


1 la disponibilità ad imitare il comportamento di grandi uomini a lui contemporanei o del passato, es. quelli dell'Antica Roma;

2 la capacità di mostrare la necessità di un governo per il benessere del popolo, es. illustrando le conseguenze di un'oclocrazia;
3 il comando sull'arte della guerra - per la sopravvivenza dello stato;
4 la capacità di comprendere che la forza e la violenza possono essere essenziali per mantenere stabilità e potere;
5 la prudenza;
6 la saggezza di cercare consigli soltanto quando è necessario;
7 la capacità di essere "simulatore e gran dissimulatore";
8 il rilevante potere di controllo della fortuna attraverso la virtù (la metafora utilizzata accosta la fortuna ad un fiume, che deve essere contenuto dagli argini della virtù);
9 la capacità di essere leone, volpe e centauro (leone forza - volpe astuzia - centauro come capacità di usare la forza come gli animali e la ragione come l'uomo).

[Fonte Wikipedia]






L'esercito è sempre stato importante dai tempi dei tempi. Un sovrano, un re, un principe, un conte, un duca un qualsiasi comandante non avrebbe mai potuto comandare senza una forza che difendeva le sue azioni.
Non ho ancora visto nessuno conquistare con fiori e piante!
Il problema principale è l'essere umano di per sé, che di umano (sinonimo di bontà, dolcezza, comprensione...ma de che?!) non ha nulla (tranne pochi che anche se buoni, rimangono comunque pochi).
Partendo da questa base è impossibile non avere una forza che possa difendere una città, una nazione, gli esseri umani (della città, della nazione..)!
In Italia, la patria della barzelletta, non perché le sanno raccontare i napoletani o i romani, ma perché è diventato un paese che fa ridere (poveri artisti e letterati che dell'Italia stavano facendo un gioiello!), viste le ultime notizie, da una parte c'è una che minaccia di togliere le forze di difesa del paese (e nemmeno voglio pronunciarla non perché può denunciare "Ha davvero scassato le palle, l'art. 21 della Costituzione è rivolto a tutti i cittadini italiani", ma perché pronunciare quel nome mi fa davvero schifo!) dall'altra leggo che è stata riservata un'accoglienza penosa ai ragazzi della Folgore all'Expo di Milano.
Non solo che questi ragazzi DEVONO stare lì a grattarsi gli attributi (qualcuno dirà "ma prendono dei soldi" io rispondo "oh cazzarola ma perché tu che dici queste cazzate non prenderesti dei soldi per spostare quel tuo deretano del cavolo nell'impiego di un qualsiasi lavoro? Ebbene questi ragazzi sono quelli che difendono il tuo deretano mentre tu, nel frattempo, guardi una partita del cacchio in tv comodo sul tuo divano!" ed aggiungo "Che ti possano staccare la luce o che la tv si possa suicidare esplodendo!"), ma vengono anche trattati come fossero al di sotto di chi entra nel nostro paese anche di prepotenza!
Fare i pacifisti del cavolo quando vi tremano le gambe solo a pronunciare la parola ISIS non mi sembra il caso!
Voi che credete di far parte dei gruppi di sinistra e dire cose utili, lasciate perdere che vi stanno prendendo in giro (solo con voi possono farlo e con chi crede ancora a quello che viene detto in tv,  a quelli che ancora parlano con vocaboli ormai superati (compagno, comunista anche fascista perché ormai basta!), a quelli che si fanno di roba dalla mattina alla sera e che quindi credono anche che con i fiori si possa combattere certe forze che avanzano (che nel frattempo sono contrastate da quei ragazzi che vorrebbero stare a casa e poggiare il loro deretano sul divano come fate voi)!
E' bello parlare senza riflettere, vero?
A voi che dite male alle forze della difesa io propongo di mettervi in prima linea quando arriveranno quelli che minacciano da tempo di entrare in Italia e fare piazza pulita (chiamasi califfato).
Vediamo quando ci mettono per tagliarvi quella cosa inutile che portate sulle spalle (o altro, ma sempre inutile è)!
Perché voi che parlate come dei pappagalli impazziti non sapete cosa stanno facendo quei ragazzi in quelle terre mentre voi continuate a pestare l'asfalto del vostro paese o della vostra città, continuate a comprare vestiti, borse, scarpe, continuate a fumare droghe varie, continuate a bere e a mangiare.



"La pace è fondata sulla guerra esattamente come l'amicizia è fondata sull'uguaglianza, quindi in ambito internazionale l'unica uguaglianza possibile è l'uguale potenza bellica degli Stati.
La forza della sopravvivenza di qualsiasi Stato (democratico, repubblicano o aristocratico) è legata alla forza dell'esercizio del suo potere, e quindi deve detenere il monopolio legittimo della violenza, per assicurare sicurezza interna e per prevenire una 'potenziale' guerra esterna (in riferimento ad una delle lettere proposte al Consiglio Maggiore di Firenze (1503), con la speranza di Machiavelli di convincere il Senato fiorentino all'introduzione di una nuova imposta per rafforzare l'esercito, necessario per la sopravvivenza della Repubblica Fiorentina)."
[Fonte Wikipedia]



Violenza intesa come forza che può essere feroce davanti a dei nemici feroci!
Chiedete al Presidente degli Stati Uniti d'America se possono fare a meno del loro esercito o delle forze di difesa di aria e mare! 
Fategli fare una grassa risata (una in più di quelle che già fa) così si rilassa un po'!
Se continuate a pensare come dei poveri bigotti ipocriti, spero che vi troviate davanti agli invasori a dire parole incomprensibili mentre decidono della vostra sorte.


http://www.ilgiornale.it/news/cronache/expo-folgore-umiliata-niente-basco-amaranto-1142308.html
Gli immigrati non vengono trattati in questo modo!

Onore alla Folgore!


P.S. Ricordo a tutti che i due Marò prigionieri dell'India, che di questo passo sono sulla buona strada per diventare induisti visti i tempi per la loro difesa e rilascio, fanno parte anch'essi delle forze di difesa dell'Italia. Più precisamente fanno parte della "fanteria" della Marina Militare Italiana (per la quale non stravedo come per l'Aeronautica perché il sedere te lo salva sempre e comunque il militare di terra che va per primo!).
Lo ricordo perché i social son pieni di post e frasi sul loro rilascio (Vedo parole tipo "rilasciateli" e "bastardi" ,nei confronti degli indiani!Prendete una decisione chiara possibilmente lontano da sostanze che possano alterare la vostra mente già provata perché o siete con i ragazzi che fanno parte della Difesa, terra, aria o mare, oppure non lo siete!).
O scrivete frasi o parole a favore di certi militari solo per far vedere e per evitare brutte parole nei vostri confronti oppure siete proprio... (indovinate cosa?)!
In ogni caso prendete una decisione chiara ed evitate di dire idiozie che infestano l'aria peggio dello smog cittadino!

venerdì 12 giugno 2015

Escursione al PNALM: Val di Rose - Forca Resuni - Valle Jannanghera









Da un po' di tempo io e la mia amica giravamo con i pensieri intorno all'idea di percorrere la Val di Rose (chiamata così perché lungo il percorso ci son tante piante di rosa canina) e dall'inizio della corrente settimana (da lunedì) dicevamo di fare questa escursione il mercoledì seguente!
Problema? Il meteo avverso!
E te pareva!
Quando ci muoviamo noi, si muovono anche le nuvole!
Allora sorgevano dubbi: "Che si fa?", "Andiamo?", "Chiedi a Pietro (la guida o meglio accompagnatore di Civitella Alfedena che ultimamente ha girato un video stupendo visto sia per tutti i tg (Rai e reti private) ma anche su YouTube, poi metto il link)", "Va be' male che va andiamo lo stesso (la sveglia era alle 5:00/5:15) poi vediamo".
Pietro risponde il martedì (giorno in cui gli mando il messaggio) dicendo che il tempo fa pena! "Piove dalle 12 e per domani il meteo ha messo la stessa cosa"!
"Che si fa?"..."Si va".
Alla fine alle 8:15/20 eravamo al parcheggio in una zona di Civitella Alfedena, vicino l'attacco del sentiero I1 per la Val di Rose!
Il tempo era perfetto! Un caldo pazzesco, sole, sole e solo sole!












Santa faggeta per ripararsi mentre si cammina!


 L'escursione non è super facile, ma il panorama ripaga sempre per tutta la fatica che si impiega.


La famosa pianta chiamata carta igienica (non ricordo il nome ufficiale) perché usata dai pastori per pulirsi dopo i naturali bisogni.






Mentre mancavano pochi metri (di dislivello) per arrivare a Passo Cavuto per poi proseguire verso il Rifugio Resuni e poi riscendere, incontriamo dei camosci che mangiavano l'erba rimanendo attenti a ciò che facevano gli umani presenti (io, la mia amica ed una coppia di stranieri).
Rimaniamo una mezz'ora a far foto ai camosci che nel frattempo continuavano a mangiare (giustamente) e poi decidiamo di finire la salita e di muoverci in vista delle nuvole che spuntavano dalle cime introno a noi!
Qualche minuto per farci delle foto per immortalare l'escursione (ci vuole)! E poi via verso il Rifugio!
Non ci si ferma perché le nuvole son sempre di più e sempre più minacciose.
Si imbocca il sentiero di discesa per la Valle Jannanghera (che le gambe di sganghera ed ora so perché)!








Il Rifugio




Via decisamente meno comoda dell'altra resa più ostica da percorrere grazie alle valanghe che son scese poco tempo fa tirandosi dietro tutto ciò che incontravano lungo il cammino.
Gli alberi naturalmente, rendevano difficoltoso il passaggio ed in un punto quasi difficile l'orientamento visto che proprio sugli alberi, e anche sui sassi, si dipingono le bandierine rosse e bianche che segnalano il sentiero!
Io e la mia amica praticamente correvamo lungo quel sentiero perché sentivamo i tuoni che si avvicinavano.
Un messaggio di Pietro ci intimava a scendere immediatamente e noi non ci siamo fermate un attimo!
La via era decisamente lunga e i miei piedi erano in ebollizione!
I tuoni erano sempre più forti e qualche goccia riusciva a penetrare tra i rami dei faggi.
L'obiettivo era allontanarsi dalle faggete, visto che l'aria era temporalesca e i fulmini prediligono gli alberi.
NON CI SI DEVE MAI RIPARARE SOTTO UN ALBERO!
Alla fine siamo riuscite ad uscire dal sentiero e riprendere l'asfalto e subito dopo arrivare alla macchina con il vento che si era alzato e la convinzione che stesse per piovere di brutto!
Incredibilmente quelle nuvole nere che vedevamo non si sono sfogate (almeno fino a quando c'eravamo noi), ma è sempre meglio riuscire ad uscire dal sentiero con un tempo simile.
La giornata però è stata bellissima e tornate a casa la stanchezza si è fatta sentire, ma l'emozione di vedere quei posti supera tutte le stanchezze!










Il link del video girato da Pietro Santucci, trasmesso da tutti i tg:
https://www.youtube.com/watch?v=artnsXYoqgY

Il link del Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise
http://www.parcoabruzzo.it/iti_dettaglio.php?id_iti=1824

giovedì 11 giugno 2015

Un giorno qualunque...o forse no.

Mi alzo alle 5:20, fuori già si sentono i primi rumori...macchine, camion della spazzatura che passano di casa in casa...il garrito delle rondini che iniziano a salutare il nuovo giorno.
Nel frattempo io mi preparo...sto aspettando una mia amica per andare a fare un'escursione nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise.
Metto zaino e fotocamera su una sedia in cucina per avere tutto a portata di mano quando mi farà uno squillo per scendere e poi...mi affaccio un attimo alla finestra e vedo...lo spettacolo dell'alba.





Come potevo non immortalare questo momento?



Son partita per l'escursione contenta di quel dorato risveglio!


lunedì 1 giugno 2015

COOKIE POLICY

Informativa estesa sui cookie
Questa informativa sull'utilizzo dei cookie sul blog http://marisullealidellafantasia.blogspot.it/ è resa all'utente in attuazione del provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell'8 maggio 2014 "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie" e nel rispetto dell'art. 13 del Codice privacy (D.Lgs. n. 196/2003).

Nel testo del garante si fa riferimento alla necessità di informare gli utenti sull'esistenza e sulla natura dei cookie presenti sui siti per permette, all'utente stesso, di agire in maniera consapevole, nel momento in cui sceglie se proseguire o no la navigazione nel sito visualizzato.
Accettando quando segnalato nella Navbar di blogger (situata in alto sopra il titolo del blog), l'utente dichiara di essere consapevole di quanto riportato nell'informativa.

Per qualsiasi approfondimento si rimanda alla Normativa del Garante della Privacy alle pagine:
In tali pagine è presente anche la lettura facilitata a voce.


Cosa sono i cookie e a cosa servono

La normativa li descrive così:

"I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall'utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l'utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. "terze parti"), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.

I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc."
Si suddividono in due macro categorie i cookie tecnici e i cookie di profilazione.

Tra i cookie tecnici sono contemplati:
  • cookie di navigazione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate);
  • cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici solo laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso (quali pagine visualizzano per esempio);
  • cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua,) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.
Tra quelli di profilazione invece troviamo:
  • cookie di sessione, i quali vengono cancellati immediatamente alla chiusura del browser di navigazione;
  • cookie persistenti, i quali - a differenza di quelli di sessione - rimangono all'interno del browser per un determinato periodo di tempo. Sono utilizzati, ad esempio, per riconoscere il dispositivo che si collega al sito agevolando le operazioni di autenticazione per l'utente.
  • cookie di prima parte (first-part cookie) ossia cookie generati e gestiti direttamente dal soggetto gestore del sito web sul quale l'utente sta navigando.
  • cookie di terza parte (third-part cookie), i quali sono generati e gestiti da soggetti diversi dal gestore del sito web sul quale l'utente sta navigando (in forza, di regola, di un contratto tra il titolare del sito web e la terza parte).

Quali sono i cookie presenti in L'Altra Cultura

Questo sito è ospitato sulla piattaforma Blogger di proprietà di Google inc. dal 2003. L'autonomia lasciata all'utente nella gestione e nella modifiche delle caratteristiche del dominio è limitata. La maggior parte delle informazioni personali e relativi cookie sono invisibili e gestiti da Blogger, secondo le policy di Google Inc., leggibili su Privacy e temini. Tutte le informazioni ricevute dal blog, in forma anonima e aggregata, sono anch'essi gestiti da blogger e riportati tramite le statistiche interne blogger.
  • Il titolare del blog non ha facoltà di modificare il blog in ogni sua parte.
  • I cookie presenti sono gestiti da Blogger e il titolare del blog non può intervenire sui criteri della gestione né conoscere il contenuto dei cookie.
  • Nessun file cookie degli utenti, visitatori o utilizzatori del blog è presente, conservato o in alcun modo visibile all'amministratore del presente blog.
Per quanto attiene questo punto, fra i cookie tecnici e quelli di profilazione, in questo blog sono sicuramente presenti per il suo funzionamento, la navigabilità e la fruibilità del blog:
  • Cookie tecnici: Analitytics e di navigazione
  • Cookie di profilazione: cookie di sessione e persistenti.
Tali servizi si traducono non sono in una navigazione ottimale del sito per l'utenza ma anche, dalle evidenze di chi gestisce il presente spazio, in una raccolta, fornita di default dalla piattaforma Blogger.com, in un rapporto anonimo e di massima, sul numero di utenti che visitano le pagine, sul loro paese di provenienza e sul tipo di browser utilizzato. Tali dati hanno il ciclo di vita di 24 ore (per il gestore di questa pagina), allo scadere delle quali vengono sostituiti da quelli più aggiornati e non vengono archiviati, elaborati o inviati a terze parti per nessun motivo dal gestore di http://marisullealidellafantasia.blogspot.it/
Per comprendere la natura dei dati e il tipo di utilizzo che ne possa fare Google Inc. si rimanda alla pagina Tipi di cookie utilizzati da Google.
Tra i servizi di navigazione c'è anche il servizio di traduzione, situato nella barra laterale. Tale servizio ha l'unico scopo di facilitare l'utente a tradurre nella propria lingua di origine quanto scritto ed indicato sul blog. Tale servizio, installato come widget ovvero una applicazione pre-formata, e non modificabile dal gestore della pagina presente, non riporta a L'Altra Cultura alcuna informazione di sorta, sul suo utilizzo da parte dell'utenza, essendo conformato come servizio indipendente. E' un'applicazione di Google Inc. per la cui natura del servizio si fa sempre riferimento alla pagina Tipi di cookie utilizzati da Google e a quella Privacy e temini.

Altresì all'interno della pagina sono presenti cookie di Terza Parte ovvero "generati e gestiti da soggetti diversi dal gestore del sito web sul quale l'utente sta navigando " e sono:

Cookie di terza parte: Facebook. Situati nella pulsantiera a scomparsa e in quella nella colonna laterale a destra e il pulsante "mi piace" sotto i post. Per la natura di questi servizi si rimanda alla pagina "Cookie, pixel e tecnologie simili"

Cookie di terza parte: Twitter. Situati nella pulsantiera a scomparsa e in quella nella colonna laterale a destra. Per questo servizio si rimanda alla relativa pagina "Twitter’s use of cookies and similar technologies"

Cookie di terza parte: Linkedin. Situati nella pulsantiera a scomparsa e in quella nella colonna laterale a destra. Per la natura di questi servizi si rimanda alla pagina "I cookie sul sito di Linkedin"

Cookie di terza parte: Google+ e Youtube. Sono servizi del medesimo gestore Google Inc. sono situati nella pulsantiera a scomparsa e in quella nella colonna laterale a destra. Si rimanda per tutti alla pagina informativa: "Privacy e termini"

Cookie di terza parte: Pinterest. Situati nella pulsantiera a scomparsa e in quella nella colonna laterale a destra. Per la natura del servizio si rimanda alla pagina "Privacy & Policy".

Cookie di terza parte: Instangram. Situati nella pulsantiera a scomparsa e in quella nella colonna laterale a destra. Per la natura di questo servizio di rimanda alla pagina "About Cookie".

Cookie di terza parte: Forsquare. Situati nella pulsantiera a scomparsa e in quella nella colonna laterale a destra. Per la natura di questo servizio si rimanda alla pagina "Cookie e tecnologie simili su Forsquare"

Cookie di terza parte: Flipboard. Situato nella barra laterale. Per le informazioni si rimanda alla pagina del servizio "Informativa sulla privacy"

Cookie di terza parte: Blogvin. Situato nella barra laterale. Per le informazioni si rimanda alla pagina del servizio "Blogvin privacy policy"

Cookie di terza parte: Networkedblog. Situato nella barra laterale. Per le informazioni si rimanda alla pagina del servizio "Privacy Policy"


Cookie di terze parti: Feedburner. Situato nell'iscrizione ai feed per la distribuzione degli aggiornamenti del blog e che fornisce anche un resoconto statistico anonimo dell'andamento delle iscrizioni al servizio stesso. Tale resoconto, elaborato in maniera che i dati siano anonimi come avviene perBlogger.com, non è richiesto dal presente sito e non viene né gestito o modificato e tanto meno conservato o fornito a terzi dal gestore della presente pagina e i cui termini di Privacy e policy posso essere visualizzati qui:Privacy e termini
A questo, per eccesso di zelo, il presente sito segnala che, nella distribuzione verso i social degli aggiornamenti che generano nuovi feed verso i social si aggiunge anche questo servizio:
Cookie di terze parti: HotSuite per la cui natura del servizio si rimanda alle pagine di 
Hotsuite Privacy e policy.



Come disattivare i cookies

Quanto si scritto fin qui, fa riferimento a quanto, in forma standard o in forma di terze parti, il presente sito utilizza per fornire un servizio completo. L'Altra Cultura è un sito costruito e pensato senza fine di lucro e non è una testata giornalistica, non fornisce dati a terzi né persistenti e tanto meno di sessione, e, comunque, alcun dato viene raccolto, modificato, archiviato o distribuito verso altri. L'indicazione a chi volesse approfondire la natura dei dati che si raccolgono con i cookie e do come tutelarsi c'è un sito, riconosciuto come indipendente e di valore, che potete trovare qui: All About Cookies. Da questo sito, sono estrapolate, per comodità di chi legge questa informativa, le indicazioni per disattivare i cookies dai browser più diffusi sul mercato, mentre per la disattivazione degli stessi dai device (tablet e/o cellulari) si rimanda al sito citato.


Internet Explorer 9.0+

Bloccare l’installazione di nuovi cookie


  • Selezionare Strumenti sulla barra dei menu
  • Fare clic su Opzioni Internet
  • Fare clic sulla scheda Privacy in alto
  • Spostare il cursore sul pulsante “Blocca tutti i cookie”

Rimuovere i cookie esistenti


  • Selezionare Strumenti sulla barra dei menu
  • Fare clic su Opzioni Internet
  • Fare clic sulla scheda Generale, che si trova sotto la voce “Cronologia esplorazioni” e fare clic su “Elimina”

Internet Explorer 8.0+

Bloccare l’installazione di nuovi cookie


  • Selezionare Strumenti sulla barra dei menu
  • Fare clic su Opzioni Internet
  • Fare clic sulla scheda Privacy in alto
  • Fare clic su “Siti”
  • Dovrebbe aprirsi una nuova finestra denominata “Gestione della privacy per sito”
  • Immettere l’URL del sito nella casella “Indirizzo sito web” e fare clic su Blocca

Rimuovere i cookie esistenti


  • Selezionare Strumenti sulla barra dei menu
  • Fare clic su ‘Opzioni Internet’
  • Fare clic sulla scheda Privacy in alto
  • Fare clic su “Siti”
  • Dovrebbe aprirsi una nuova finestra denominata “Gestione della privacy per sito”
  • La casella “Siti Web gestiti” dovrebbe includere un elenco di tutti i siti web visitati
  • Per rimuovere tutti i cookie, fare clic sul pulsante “Rimuovi tutti”

Internet Explorer 7.0+

Bloccare l’installazione di nuovi cookie


  • Selezionare Strumenti sulla barra dei menu
  • Fare clic su Opzioni
  • Fare clic sulla scheda Privacy in alto
  • Fare clic sul pulsante Avanzate
  • Selezionare “Chiedi conferma” per entrambe le opzioni “Cookie dei siti Web visualizzati” e “Cookie di terze parti”

Rimuovere i cookie esistenti


  • Selezionare Strumenti sulla barra dei menu
  • Fare clic su Opzioni
  • Fare clic sulla scheda Generale in alto
  • Nella sezione “Cronologia esplorazioni”, fare clic su “Elimina”
  • Fare clic su “Elimina cookie”

Firefox 2.0+, 3.0+, 4.0+


  • Bloccare l’installazione di nuovi cookie
  • Selezionare Strumenti sulla barra dei menu
  • Fare clic su Opzioni
  • Fare clic sulla scheda Privacy
  • Annullare la selezione della casella "Accetta i cookie dai siti”

Rimuovere i cookie esistenti


  • Selezionare Strumenti sulla barra dei menu
  • Fare clic su Opzioni
  • Fare clic sulla scheda Privacy
  • Fare clic su “Cancella adesso”
  • Selezionare “Cookie”
  • Fare clic su “Elimina i dati personali adesso”

Google Chrome

Bloccare l’installazione di nuovi cookie


  • Fare clic sull’icona della chiave inglese in alto a destra del browser
  • Fare clic su “Opzioni”
  • Fare clic su “Roba da smanettoni”
  • Fare clic sul pulsante “Impostazioni contenuti” nella sezione Privacy
  • Accertarsi che l’opzione “Consenti il salvataggio dei dati in locale” sia selezionata
  • Selezionare “Impedisci ai siti di impostare dati”

Rimuovere i cookie esistenti


  • Fare clic sull’icona della chiave inglese in alto a destra del browser
  • Fare clic su “Opzioni”
  • Fare clic su “Roba da smanettoni”
  • Fare clic sul pulsante “Impostazioni contenuti” nella sezione Privacy
  • Fare clic sul pulsante “Cancella dati di navigazione”

Safari

Bloccare l’installazione di nuovi cookie e rimuovere i cookie esistenti


  • Andare al menu Safari (icona in alto a destra del browser) e selezionare Preferenze
  • Nella finestra a comparsa che si apre, selezionare l’icona Sicurezza (a forma di lucchetto)
  • Sotto la voce "Accetta cookie", selezionare il pulsante "Mai"

Responsabilità

L'Altra Cultura è un sito totalmente gratuito, non vi sono sezioni oscurate ai visitatori o a pagamento e il sito non è responsabile dell'uso improprio delle informazioni qui riportate sia per la componente di default (cookie di navigazione, sessione, persistenti e analytics) e sia per le rilevazioni di terze parti che non rispettassero in parte o totalmente quanto dichiarato nelle loro policy.

Il Sito, non essendo aggiornato con cadenza periodica e regolare, non ha obbligo di essere registrato come prodotto editoriale secondo la legge 47 del 1948.


La seguente pagina dedicata all'informativa estesa sui cookie potrebbe subire modifiche nel tempo e pertanto vi consiglio di visitarla frequentemente dato che l'ultima modifica eseguita andrà a sostituire integralmente quella precedente. L'utilizzo del sito successivamente ad eventuali modifiche apportate alla presente Policy, implica l'accettazione di tali cambiamenti.

Post in evidenza

Piuttosto il diavolo: recensione

Recensione scritta per www.thrillernord.it http://thrillernord.it/piuttosto-il-diavolo/ Autore:  Ian Rankin Editore: Longanesi Trad...

Post più popolari